Pubblicità: il ”mi piace” come un ”santo Graal” per il branding?

| 27 maggio 2011 |

Mipiace

Ogni giorno su Facebook vengono pubblicato circa 50 milioni di ”raccomandazioni” legate a un prodotto o a un marchio: un orizzonte che il motore di ricerca avrebbe intenzione di affrontare con sempre maggiore impegno pensando che proprio in quel contesto, come vorrebbe Mark Zuckerberg, il messaggio pubblicitario potrebbe risultare più ”entusiasmante” – L’ esperimento delle ”sponsored story”

——-

Le raccomandazioni sarebbero il ”santo Graal” per i marchi famosi. La definizione, un po’ iperbolica, è di Carolyn Everson, responsabile (da tre mesi) del business pubblicitario di Facebook, secondo cui ogni giorno su FB sarebbero almeno 50 milioni i ”mi piace” legati alle attività di marche e marchi più o meno famosi.

Lo segnala Andrea Bai su Businessmagazine.it. Il dato sarebbe perfettamente in linea con le dichiarazioni del fondatore di Facebook, Mark Zuckeberg, secondo cui la pubblicità dovrebbe ”essere ‘entusiasmante’ come condividere uno status del profilo od una fotografia.

Da qualche mese – ricorda la rivista online – Facebook ha lanciato le cosiddette “sponsored story”, che di fatto trasformano in pubblicità tutti i “mi piace”, i check-in, gli aggiornamenti di stato, ecc, quando sono relativi ad un marchio. E sembra che sempre molti più brand stiano adottando questo genere di formato, anche se è ancora il format pubblicitario tradizionale, la display advertising, a fare la parte del leone sul social network.

Secondo Everson comunque Facebook – aggiunge Businessmagazine.it – è solo all’inizio con i suoi prodotti di advertising e numerose novità verrebbero introdotte nei mesi a venire.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.