Patch, il network di siti locali di Aol, perderà 100 milioni di dollari

| 23 dicembre 2011 |

Patch

Lo prevede Business insider, sulla base di documenti contabili interni all’ azienda, mentre su NiemanLab un osservatore è convinto che la rete di blog di informazione iperlocale (circa 850) non ce la farà a sopravvivere oltre il 2012

———-

Una delle più grosse reti di informazione locale, Patch, il network di 850 blog che fa capo ad America online (AOL), perderà quest’ anno almeno 100 milioni di dollari e produrrà dei ricavi irrisori. Lo prevede business insider citando ‘’documenti ottenuti da una fonte’’. Nonostante che nel corso del 2011, secondo alcuni analisti, il Ceo di AOL, Tim Armstrong, abbia investito nell’ iniziativa circa  160 milioni di dollari.

Armstrong puntava sul fatto che AOL avrebbe potuto fare soldi occupando uno degli ultimi spazi vuoti rimasti su internet creando informazione locale e vendendo pubblicità locale.

Patch era stata acquistata nel 2009 da una AOL in difficoltà, che si era trasformata invece nell’ editore che ha assunto più giornalisti negli ultimi due anni in tutti gli Stati Uniti

Ma la scommessa, secondo Businessinsider, sta andando piuttosto male. E NiemanLab inserisce fra le previsione per il 2012 quella di Howard Owens (@howardowens, editore e direttore del Batavian) secondo cui Patch non ce la farà addirittura a sopravvivere oltre il 2012.

I ricavi di Patch si basano su campagne pubblicitarie vendute da uno staff di venditori interno all’ azienda e da una serie di venditori locali (152 persone) esterne all’ azienda.

Ora, secondo i documenti in possesso del sito, questo staff esterno ha prodotto solo 7,8 milioni di dollari di pubblicità fino a metà dicembre. La media di inserzioni vendute a testa è pari a 52.000 dollari. Il venditore più in gamba ha raccolto 178.978 dollari.

Anche se si valutano in maniera larga gli altri flussi di ricavi del network – ipotizzando che gli introiti globali siano il  doppio dei ricavi dello staff di vendita esterno -, si può tranquillamente concludere che il progetto di Informazione locale di  Tim Armstrong ha perso quest’ anno circa 100 milioni di dollari.

L’ azienda non ha voluto rilasciare nessun commento.

I siti di Patch registrano attualmente fra i 10 e i 15 milioni di visitatori al mese.

I commenti sono chiusi.