Nuovo esperimento di sostegno all’ innovazione giornalistica

| 8 luglio 2011 |

awesomefoundation

Negli Stati Uniti una Fondazione ha vinto un finanziamento per un progetto di micro-finanziamenti alle start-up editoriali – Uno studio per capire come sia meglio sostenere economicamente progetti giornalistici

——-

L’ editoria digitale sperimentale ha negli Stati Uniti  una nuova fonte di sostegno, la Awesome Foundation, che aiuterà le piccole start-up interessanti a muovere i primi passi.

La sezione News Task Force della Awesome, ha infatti vinto uno dei premi-finanziamento annualmente messi in palio dalla Fondazione Knight News Challenge, e userà i 244.000 dollari dell’ assegno per sostenere lo sviluppo di piccoli progetti giornalistici dedicati alle comunità.

In particolare la selezione e l’ attività di sostegno verrà svolta da un segment specifico della Fondazione, l’ Institute on Higher Awesome Studies che deciderà quali programmi giornalistici, eventi, applicazioni e prototipi appoggiare.

Si tratterà comunque – spiega Nieman Journalism Lab – di un esperimento per capire come sia meglio sostenere economicamente progetti giornalistici, piuttosto che un vero e proprio programma di sostegno all’ innovazione. Un’ analisi che dovrebbe servire alle fondazioni come la Knight per impostare dei programmi più efficaci di finanziamento.

‘’Possiamo aiutare una fondazione come la Knight a distribuire finanziamenti valutando quello che funziona e quello che invece non va’’, spiega Christina Xu, che sovrintenderà all’ attività della Task force informazione.

Tim Hwang, il fondatore della Awesome Foundation, ha precisato a Nieman che la struttura dovrebbe più che altro ‘’costruire una comunità attorno all’ iniziativa e scoprire qual è l’ utilizzo migliore dei fondi (assegnati, come avviene negli Usa, col sistema dei grant). La Awesome Foundation propriamente non è una vera e propria Fondazine – ha aggiunto -, ma piuttosto un accordo fra una decina di persone per finanziare dei progetti cool’’.

Il modello seguito, piccoli finanziamenti a fondo perduto, è diverso dal sostegno istituzionale al giornalismo, che si basa soprattutto su finanziamenti a molti zero per progetti di molti anni. Se questo metodo – riporta Nieman – ha sicuramente dei meriti,  quello seguito da Awesome produce risultati in tempi rapidi e può mostrare se il progetto regge. Quello che la Task Force della Awesome dovrà fare, secondo Hwang, è mettere assieme il meglio dei due modelli.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.