Ma Google è social senza crederci davvero?

| 12 maggio 2011 |

+1

Google sta lavorando a un suo social network, ma, sembra, non tanto perché è convinta di poterlo fare meglio, ma solo perché non ne può fare a meno – Il numero due di Google, Amit Singhal, è esplicito: “I social sono solo uno dei tanti fattori. Un fattore molto piccolo”

———

Google sta lavorando a un suo social network, ma, sembra, non tanto perché sia convinta di poterlo fare meglio (come è accaduto per tanti altri suoi ‘’oggetti’’), ma solo per stare al passo, perché lo fanno gli altri e non se ne può fare a meno.

E’ quanto ipotizza Davide “Tagliaerbe” Pozzi, sul suo TagliaBlog.

Dopo aver ricordato come Google abbia già inserito diverse funzionalità sociali nei suoi prodotti, e già fatto in passato vari tentativi nella direzione dei social network (vedi Friend Connect, Buzz e l’ultimo arrivato +1), Pozzi spiega che l’ ultimo brevetto della casa di Mountain View (pubblicato il 28 Aprile 2011) ‘’fa un passo oltre, e parla espressamente di Social Messaging User Interface, delineando nell’ abstract il concetto di ‘hub per l’interazione sociale attraverso dispositivi elettronici’ ‘’.

Ma, osserva poi in un secondo post, sembra che Google ‘’lo stia facendo solo per stare al passo con Facebook’’.

All’interno del libro di Steven Levy su Google, “In The Plex“, c’è una citazione di un dipendente che – racconta ‘Tagliaerbe’ – rivela come Google si stia approcciando ai social.

“E’ un bene che Google si interessi al social networking, ma si tratta di un interesse derivato da una reazione personale, non da un idealismo condiviso”, dice un Googler anonimo descritto da Levy come un “membro chiave” del team. Il Googler aggiunge “in quell’ambito Google non da il suo meglio, è ancora ad un livello veramente pionieristico. Questa cosa è un chiara reazione a Facebook”.

Levy afferma che l’ultimo sforzo di Google per contrastare il dominio di Facebook sul web, ovvero +1, è “strategico e addirittura convenzionale” se paragonato agli altri prodotti di Google.

Questi altri prodotti sono stati creati perché Google ha pensato che poteva farli meglio, o semplicemente perché li ha voluti creare (come mappe, email, sistema operativo per dispositivi mobile, browser). Per il social, sembra invece che Google lo stia facendo solo per stare al passo con Facebook.

Il feeling di Google nei confronti dei social si può riassumere in una frase del numero due della società, Amit Singhal, che dice: “I social sono solo uno dei tanti fattori. Un fattore molto piccolo”.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.