La bolla che rischia di isolarci dalla società reale

| 6 agosto 2011 |

BollaUn saggio dal titolo ‘’The Filter Bubble’’ analizza i ‘’rischi gravissimi’’ che la personalizzazione sempre più accentuata dei servizi web pone, fra cui la perdita della percezione della società nel suo insieme col surrogato di relazioni personali più ideali che reali

—–

Rischiamo di chiuderci in una bolla. Una bolla che ha l’effetto di isolarci dalla società, di farci perdere la percezione della società nel suo insieme, con relazioni personali più ideali che reali. E’ il motivo centrale del saggio ‘’The Filter Bubble’’ di Eli Pariser, di cui Luca Conti su Pandemia consiglia la lettura indicandolo come un libro che fa molto riflettere.

Dietro i vantaggi di una personalizzazione sempre più accentuata dei servizi offerti dal web (‘’Google ad esempio ha dichiarato di perseguire questo obiettivo e non è l’unico’’) si nasconde infatti ‘’un rischio potenziale gravissimo’’.

Il libro – commenta Conti – è ricco di esempi e apre uno scenario inquietante, considerando che sono già all’opera società che raccolgono e profilano gli utenti internet …. senza che noi ce ne rendiamo conto, offrendo poi queste informazioni ad altre aziende o a governi, per scopi più disparati’’.

Tra qualche mese – annuncia Conti – Il Saggiatore lo tradurrà in italiano. Chi non volesse aspettare potrà acquistare online la versione inglese su Amazon.

I commenti sono chiusi.