Internet fonte sempre più rilevante di informazione locale

| 27 settembre 2011 |

Pew-InternetUno studio del Pew Internet & American Life Project, diffuso ieri, indica come negli Stati Uniti la Rete è diventata per le notizie su alcuni temi di di interesse locale la fonte più utilizzata e che sta avvicinandosi sempre di più a quotidiani e tv

———-

Internet comincia a diventare per molti la fonte primaria di informazione locale. Almeno negli Stati Uniti.

Lo indica uno studio – ‘’How People Learn About Their Local Community’’-, diffuso dal Project for Excellence in Journalism, a qualche giorno di distanza dall’ edizione 2011 del Rapporto annuale che il Pew dedica ai rapporti fra cittadini e informazione (Views of the News Media: 1985-2011).

‘’Lo sviluppo dei motori di ricerca e dei siti web di nicchia su argomenti come previsioni del tempo, posti di lavoro, affari e anche e-government ha polverizzato e arricchito l’ ecosistema dell’ informazione locale’’, dice Lee Rainie, direttore del Pew Internet & American Life Project  e co-autore dello studio insieme a Tom Rosenstiel, Amy Mitchell e Kristen Purcell.

Gli autori – come rileva Technolog, un blog della Msnbc – , ha rilevato in particolare che, fra gli adulti interpellati,  internet è la fonte più popolare, o si avvicina moltissimo ai quotidiani, per cinque dei 16 argomenti locali al centro del sondaggio: ristoranti, economia, settore immobiliare, scuola e lavoro’’.

‘’Per il 79% delle persone che vanno online – continua il Rapporto – internet è una fonte ancora più significativa, piazzandosi al primo o al secondo posto per 15 dei 16 argomenti. Per la cronaca nera si situa alterzo posto, un settore per cui anche gli internauti si sivolgono prioritariamente ai giornali e alla tv. Comunque, per la maggior parte dell’ informazione locale gli internauti utilizzano quasi solo fonti online, di cui si fidano maggiormente’’.

Ed è importante notare che fra queste fonti online lo studio – commenta Technolog –  non include i siti web dei media tradizionali, come quelli dei quotidiani.

I commenti sono chiusi.