Il presidente di Fox News sorpreso a spiare i giornalisti dei suoi quotidiani locali

| 23 aprile 2011 |

ailes

In dieci mesi una dozzina di redattori e freelance si sono dimessi dai due quotidiani (personali) di Roger Ailes, presidente della rete televisiva di Murdoch, accusandolo di essere stati controllati e intercettati da agenti della sicurezza della Fox – Una gestione ‘’paranoica e insolente’’ – Una ricostruzione della vicenda, che presenta ancora contorni molto poco chiari

—–

di John Cook e Hamilton Nolan

(da Gawker.com)
(a cura di Elena Baù)

I giornali locali della Hudson Valley (New York) che il presidente di Fox News Roger Ailes possiede assieme a sua moglie Elizabeth sono in rivolta dopo che  i dipendenti hanno scoperto che Ailes li spiava attraverso alcuni addetti alla sicurezza della News Corp.

Roger Ailes aveva acquistato nel 2008 il Putnam County News and Recorder, nella contea omonima, per cominciare a costruirsi il suo rifugio da pensionato. L’ idea era che lui ed Elizabeth si sarebbero ritirati nel loro piccolo fortino di 9.ooo metri quadri a Garrison (NY) e Roger avrebbe passato i suoi giorni come un gentiluomo di campagna che seguiva il quotidiano di una sonnolenta cittadina di provincia. (Un anno dopo aveva rilevato un secondo quotidiano, il Putnam County Courier).

Ma le cose non sono andate proprio così. Ailes – che intanto aveva piazzato la moglie Elizabeth come manager del giornale in attesa di concludere il suo impegno alla Fox News –  ha diretto i giornali con lo stile fortemente paranoico e insolente che lo ha sempre caratterizzato in tutti i suoi progetti, tanto da indurre il direttore e due importanti esponenti della redazione ad abbandonare la testata perché li aveva fatti seguire e ne aveva spiato le conversazioni per beccarli mentre parlavano male di lui.

L’ attività di spionaggio faceva seguito ad anni di rapporti particolarmente tortuosi tra il direttore e gli Ailes e di sospetti e insinuazioni a livello di rapporti privati (il direttore era stato accusato fra l’ altro di volersi sostituire all’ editore, una volta che Roger fosse morto, anche nel matrimonio).

All’ inizio di aprile, il News and Recorder ha pubblicato una nota annunciando le dimissioni di Joe Lindsley, un combattivo ventisettenne che aveva lavorato come assistente editoriale del Weekly Standard e che Ailes aveva assunto nel 2009 per rivitalizzare i giornali e farli virare nettamente verso destra.  La notizia era curiosa perché Lindsley, solo poche settimane prima, era stato al centro di un articolo del numero di febbraio del New Yorker dedicato proprio all’ avventura degli Ailes a Putnam County: il servizio dipingeva Lindsley come un piccolo Ailes che eseguiva senza scomporsi gli ordini del boss e deliziava Roger ed Elizabeth con il suo giornalismo fortemente ‘’muscolare’’.

La cosa ancora più bizzarra è il fatto che Lindsley aveva effettivamente rassegnato le dimissioni a gennaio, prima che uscisse la storia sul New Yorker, per ragioni non ancora chiare ma, sembra, in seguito a quello che i suoi collaboratori descrivono come un intenso psicodramma  nel suo rapporto con gli Ailes.

Lindsley aveva accettato di rimanere fino alla fine di aprile, ma il comportamento di Roger durante la transizione – compresa la decisione di farlo seguire –  suggerisce che era emersa una ulteriore, profonda spaccatura. Ad un certo punto infatti, durante la prima settimana di aprile, Lindsley aveva bruscamente interrotto il periodo di transizione dimettendosi in maniera definitiva, e la stessa cosa avevano fatto due dei suoi giovani redattori, T.J. Haley e Carli-Rae Panny.

La ragione, sostengono vari ex dipendenti, è che verso la fine di marzo, Ailes aveva affrontato i tre redattori accusandoli di sparlare di lui e di Elizabeth durante la loro pausa pranzo.  I tre giornalisti spesso avevano preso la macchina per andare a mangiare un boccone in posti lontani dalla redazione e quando Ailes li ha accusati, sapeva quale ristorante frequentavano, inducendo i tre a credere che il boss non stava bluffando e li aveva effettivamente seguiti.

Dopo le dimissione di Lindsley le stranezze sono continuate. Un giorno il giornalista era in macchina durante la pausa pranzo per andare a mangiare un boccone in una rosticceria di una cittadina della zona e aveva notato una Lincoln nera che lo seguiva. Aveva fatto un po’ di manfrina per assicurarsi che era vero e la Lincoln gli era rimasta addosso. Ma era riuscito a guardare in viso il conducente e aveva riconosciuto un addetto della sicurezza della News Corp, che in seguito, per telefono, gli aveva confermato che lo stava seguendo per ordine di Ailes.

Ailes possiede quei giornali a titolo personale; le testate non hanno nulla a che vedere con la News Corporation. E non è chiaro quindi perché l’ azienda stia pagando degli addetti alla sicurezza per pedinare e controllare dei giornalisti per questioni private che interessano Ailes ma non la società.

Ma è oscuro anche il motivo per cui Ailes e sua moglie si siano impegnati con tanta caparbia a cercare di verificare che cosa alcuni dei loro dipendenti di Putnam County pensassero di loro. Alcuni ex addetti di Putnam dicono che i due sembravano molto più ossessionati, in maniera quasi paranoica, da quello che accadeva nei giornali di Putnam, che non dai problemi di Fox News o dalle questioni di rilevanza internazionale.

Ed erano in particolare ossessionati da Lindsley. Prima che si dimettesse gli Ailes, secondo un ex redattore, lo trattavano con “ un livello di intimità inappropriato”.  Anche se nessuno ha insinuato qualche eventuale coinvolgimento sentimentale, parecchie fonti a conoscenza del loro rapporto dicono che Lindsley veniva trattato alternativamente come un membro della famiglia o un domestico. E secondo alcuni colleghi, una volta Elizabeth aveva scherzato con lui dicendogli che lo stava istruendo per rimpiazzare suo marito: “Quando muore Roger, avrai alcune responsabilità speciali qua attorno.”

(…) In tutto, comprese le dimissioni più recenti, più di 10 redattori a tempo pieno e freelance hanno lasciato i giornali di Ailes a Putnam County negli ultimi 10 mesi, dicono gli addetti ai lavori. Oltre a denunciare di essere stati seguiti e controllati, diversi ex dipendenti hanno detto a Gawker che avevano ragione di sospettare che le loro e-mail fossero state lette e che le stanze negli uffici del News and Recorder fossero tenute sotto osservazione. Ailes, che è notoriamente ossessionato dalla sua sicurezza personale, ha completamente cablato l’ edificio sistemando videocamere dovunque.

E quasi a sottolineare il messaggio che gli Ailes sono onniveggenti, nei bagni delle redazioni sono stati affissi sul muro i ritratti di Elizabeth e Roger, che ti guardano, anche mentre fai la cacca.

I commenti sono chiusi.