Grandi manovre in Francia sul mercato dei necrologi online

| 29 maggio 2011 |

morteDopo aver visto sfumare completamente il tradizionale mercato dei piccoli annunci, alcuni quotidiani regionali di Oltralpe hanno deciso di consorziarsi per tenere sotto controllo il settore degli annunci mortuari, prendendo spunto dal leader  negli Usa, Legacy.com, che gestisce ormai il 70% dei necrologi che si pubblicano nel paese.

———-

Quattro testate regionali –  Centre-France, Ouest-France, La Dépêche du Midi, La Nouvelle République du Centre Ouest – hanno lanciato dansnoscœurs.fr per cominciare ad occupare il cuore di un mercato che, secondo Cross Media Consulting , dovrebbe diventare maturo nel giro dei prossimi cinque anni.

L’ offerta proposta dalla piattaforma prevede ‘’la possibilità di creare uno spazio online dedicato al defunto che consenta la gestione di messaggi di cordoglio e partecipazione. Le famiglie possono rispondere online e gestire direttamente quegli spazi, se lo desiderano’’ spiega Jacques Berrué, direttore generale di  www.dansnoscoeurs.fr. ‘’Si tratta di un insieme di servizi quindi e non di una semplice pubblicazione. C’ è la possibilità di pubblicare foto, video e qualsiasi altro ricordo del defunto, anche successivamente alla creazione del sito, tramite uno spazio-memoriale, il cui accesso, a scelta della famiglia, può essere pubblico o privato’’.

Certo – aggiungeBerrué – dobbiamo ancora fare dei miglioramenti, mettere a punto delle innovazioni e completare dei servizi…. L’ avvento di internet ci ha permesso di immaginare, in una semplice logica di servizi complementari, delle funzionalità interattive che il giornale tradizionale certo non ha: servizi che nel in futuro sono destinati ad arricchirsi, tenendo conto dell’ evoluzione delle richieste degli internsauti.

Il sito leader negli Usa, Legacy.com, è oggi il punto di riferimento nel settore e presenta continue innovazioni, come, ad esempio, delle pagine riservate alle vittime dell’ 11 settembre o, ancora, alle vittime dei cicloni che devastano regolarmente il paese, ai giocatori di baseball, agli ex allievi delle università, ai pompieri, ai poliziotti…

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.