Giornalismo d’ inchiesta, un premio dedicato a Roberto Morrione

| 28 novembre 2011 |

MorrioneUn premio per i giovani, non necessariamente giornalisti: una concreta opportunità a chi ha una buona idea per un’ inchiesta ma non ha mezzi o sufficiente esperienza per realizzarla al meglio.

E’ l’ obbiettivo del premio intitolato alla memoria di Roberto Morrione (il giornalista Rai morto nel maggio scorso)  per finanziare la realizzazione di progetti di video-inchieste su temi di cronaca nazionale e internazionale rilevanti per la vita politica sociale o culturale del nostro paese. Le questioni – mafie e organizzazioni criminali, traffici illegali, corruzione, organizzazioni segrete o clandestine con progetti eversivi o terroristici, oltre che violazioni dei diritti umani – che erano state al centro del suo impegno professionale e didattico.

L’  iniziativa, alla sua prima edizione, nasce nell’ ambito delle iniziative del Premio televisivo Ilaria Alpi, ed è rivolto ai giovani che non hanno ancora compiuto 35 anni.

Le domande devono esser presentate entro il 15 dicembre inviando, con un apposito form online, tutte le informazioni relative alla video inchiesta che vorrebbero realizzare. I progetti devono avere una lunghezza di massimo due cartelle e contenere una scaletta di fattibilità con il tema dell’ inchiesta, le fonti e i testimoni disposti a collaborare, i luoghi e i tempi in cui le successive riprese e interviste verranno realizzate.

La giuria quindi sceglierà entro la fine di gennaio del 2012 i tre lavori che è disposta a finanziare con un contributo in denaro di 3.000 euro. I concorrenti avranno quindi quattro mesi per realizzare l’ inchiesta con l’ aiuto e la sorveglianza di un tutor. I lavori dovranno essere completati nel maggio 2012 e a giugno, all’ interno del premio Ilaria Alpi a Riccione, si svolgerà la cerimonia di premiazione.

Qui il bando

I commenti sono chiusi.