Forte calo di lettori per i blog di attualità

| 6 giugno 2011 |

Liquida

Il pubblico dei blog è cresciuto del 26% dal 2009 a oggi, ma i blog di informazione hanno registrato una emorragia di lettori, con un calo del 30%: da 2.240.000 a 1.560.000 utenti – I dati di una ricerca sull’ Evoluzione dell’ informazione online in Italia

———-

Mentre i lettori di blog fra il 2009 e quest’ anno sono cresciuti del 26% (da 4.750.000 a quasi 6 milioni), i blog di attualità hanno invece perso lettori in maniera drastica, registrando un calo del 30%: da 2.240.000 a 1.560.000. Si tratta del 6,1% della popolazione online (utenti internet con una frequenza almeno settimanale), che è pari a 25,5 milioni di persone.

Di queste, poco più della metà, 13 milioni e 700.000, leggono abitualmente l’ informazione online, con un aumento del 4,4% rispetto al valore dell’ anno scorso (13.120.000) e del 2,2% rispetto al 2009 (13.400.000).

Sono alcuni dei dati contenuti in una Ricerca sulla Evoluzione dell’ informazione online nel nostro paese, curato per Liquida da ‘’Human Higway’’, che si può consultare qui.

Da notare, fra gli altri elementi interessanti, il dato relativo alla crescita dei lettori abituali dei quotidiani online, pari a poco più di 13 milioni di internauti, con una crescita del 9,3% sul 2010 (eranio 10.070.000), mentre i lettori abituali di quotidiani cartacei sono calati da 5 milioni 920.000 a 5.610.000 dell’ anno scorso (meno 5,2%).

Per quanto riguarda le fonti di informazione,  televisione, radio e quotidiani giocano ancora un ruolo fondamentale nella scoperta della notizia:  il 60% del campione infatti – rileva Liquida – vi fa ricorso alla ricerca di informazioni su notizie importanti e fatti eccezionali.

Se si opera una distinzione per mezzi di comunicazione, è però l’online ad avere un ruolo preminente. Internet infatti rivendica il primato assoluto per quanto riguarda l’approfondimento delle tematiche di interesse con il 63% degli intervistati che dichiara di fare ricorso proprio a motori di ricerca e siti di informazione specializzati.

I commenti sono chiusi.