Cresce il distacco dai quotidiani per i giovani Usa

| 30 settembre 2011 |

GenerationgapLa ricerca del Pew Research Center su internet e l’ informazione locale, di cui abbiamo dato notizia qualche giorno fa, è interessante, fra le altre cose, anche perché mostra il grado di forte rifiuto che gli americani con meno di 40 anni hanno ormai accumulato nei confronti dei quotidiani.

Lo rileva Alan Mutter su Reflections of a Newsosaur, spiegando che il Rapporto ‘’ha rilevato una frattura allarmante fra i giovani e gli anziani sul valore assegnato ai quotidiani come fonti di informazione sulle proprie comunità’’.

Quando, ad esempio, è stato chiesto al campione di indicare la loro fonte preferita per le notizie di cronaca nera, il 44% dei maggiori di 40 anni hanno indicato i giornali, mentre fra i più giovani la percentuale scende al 23%.

Come mostra la grafica in alto (cliccare per ingrandirla), la storia si ripete per tutti i 16 argomenti al centro del sondaggio, dalla cultura alle previsioni del tempo, tranne uno.

Forse a causa del pessimismo della popolazione in questi tempi di disoccupazione – commenta Mutter – l’ unica questione in cui giovani e anziani indicano i quotidiani come fonte primaria è la caccia alle informazioni sui posti di lavoro.  Per entrambe le fasce demografiche il 17% mostrano interesse nei con fronti della stampa quotidiana.

La ricerca del Pew – aggiunge Mutter – ha fatto emergere anche un altro dato impressionante: il 69% di tutto il campione ha confessato che, in caso di estinzione dei loro giornali locali, non avrebbe avuto comunque grossi problemi a trovare le notizie sulla loro comunità.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.