Comincia a vacillare in Usa la distinzione fra notizie e opinioni?

| 20 giugno 2011 |

Nyt

L’  edizione domenicale del New York Times annuncia agli abbonati che informazione e analisi potranno essere presentate congiuntamente, ‘’anche se continueranno a essere indicate distintamente’’ – Un articolo di Nieman Lab

—-

Il New York Times comincia a pensare che la vecchia divisione fra opinioni e notizie –  e quella ancora più insidiosa fra opinion e ‘’analisi’’ – non sia più al servizio dei lettori. A volte un articolo di commento provocatorio potrebbe avere più senso se è intrecciato con una cronaca altrettanto stimolante.

Lo segnala il NiemanLab.org, riportando una lettera inviata agli abbonati dal Sunday NYT in cui si annuncia che a partire da domenica prossima (26 giugno) il giornale avrà una nuova sezione, Sunday Review, realizzato per offrire un nuovo modo di presentare analisi e opinioni.

Nella lettera, riporta NiemanLab, si precisa che:

‘’analysis articles and opinion articles may be presented with each other in themed packages’’

anche se

‘’they will always be clearly labeled so you can distinguish them’’.

Nell’ articolo Joshua Benton fa riferimento in particolare ai cambiamenti che Internet ha portato alla navigazione nel mondo dell’ informazione.

‘’Quando Google News sceglie e raggruppa insieme gli articoli delle varie testate,  opinioni e notizie possono stare una vicina all’ altra. Quando uno clicca su un link su Twitter o Facebook, spesso non ci sono segnali specifici che avvertono se uno va a finire in materiali giornalistici o meno. E, in generale, i lettori di informazione online non vedono separazioni nette, come accade sulla carta, dove si può supporre chiaramente quando finiscono le notizie e cominciano le opinioni’’.

Vedremo le novità sui prossimi numeri del Sunday, commenta Benton. Ma se davvero sarà così, nasce una nuova questione. Se i lettori trarranno un beneficio da questo miscuglio tattico di notizie e opinioni, perché ciò dovrebbe accadere solo la domenica sul Sunday?

I commenti sono chiusi.