Chiude per ferie un quotidiano economico in Francia

| 9 agosto 2011 |

Tribune

In questa e nella prossima settimana il quotidiano economico La Tribune chiude per vacanze, lasciando aperta solo l’ edizione elettronica. Una iniziativa inedita per la stampa parigina, commenta leMonde, giustificata dalle serie difficoltà del giornale,  ancora  in cerca di investitori.

Il giornale ha dato l’ annuncio in prima pagina venerdì scorso, spiegando che sarà disponibile solo per gli abbonati e unicamente in formato digitale – su pc, mobile o tablet.

Una scelta che permetterà alla Tribune, aggiunge leMonde, di fare un grosso risparmio, perché i costi di produzione – carta, stampa e diffusione – possono rappresentare fino al 60 % del prezzo di vendita.

In Francia, tradizionalmente, i quotidiani durante le ferie estive operano una forte riduzione della foliazione. Ad esempio, Libération o Le Monde scendono a 24 pagine contro 40, Le Figaro si riduce a 18 pagine. Quanto ai giornali gratuiti come 20 Minutes o Métro, essi sospendono l’ edizione cartacea per alcune settimane.

In gravi difficoltà finanziaria – continua leMonde –, la decisione di La Tribune di sospendere per due settimane l’ edizione cartacea si inserisce negli obbiettivi delineati dal presidente e direttore generale Valérie Decamp, che intende dare la priorità al digitale nella speranza di attirare investitori.

Di fronte ai timori e alle proteste dei dipendenti, che temevano la cancellazione pura e semplice dell’ edizione cartacea, la Decamp, a fine giugno, aveva cercato di rassicurarli, spiegando che la Tribune “è e resterà un grande quotidiano nazionale”.

I commenti sono chiusi.