Che succede ai giornalisti di un quotidiano che chiude?

| 2 marzo 2011 |

RockyL’ ex direttore del Rocky Mountain News, un quotidiano Usa chiuso nel febbraio 2009, ha fatto un sondaggio fra i suoi ex 194 giornalisti per verificare quale fosse la loro situazione attuale  – Per 98 di loro il salario è diminuito e per 56 di essi è ora ‘’molto inferiore’’ – Ma nonostante questo, molti ritengono che la loro vita ora sia migliorata rispetto a prima – Solo il 63% degli ex redattori che hanno risposto al questionario comunque continuano a fare i giornalisti

——

Che succede ai giornalisti di un giornale che chiude? John Temple, l’ ex direttore del Rocky Mountain News, il quotidiano di Denver, in Colorado, chiuso il 27 febbraio 2009, ha cercato di appurare che cosa era successo ai suoi redattori e ha mandato un piccolo questionario ai 194 addetti della ex redazione, ricevendo 146 risposte.

I risultati – racconta  Roy Greenslade sul suo blog sul Guardian – sono stati piuttosto deprimenti: 98 giornalisti (67%) hanno detto di guadagnare oggi meno di quello che prendevano al Rocky, e per 56 di loro lo stipendio è ‘’molto inferiore’’. Solo 27 redattori (18%) hanno detto di guadagnare di più, ma molti di loro non sono più nel campo del giornalismo.

Ma – aggiunge Greenslade – grande sorpresa: nonostante il generale declino nei guadagni, più o meno una percentuale analoga di redattori ha ammesso che la loro vita ora è migliorata e non peggiorata.

Altri dati: 92 continuano a lavorare come giornalisti. Di questi, 44 lavorano per quotidiani (alcuni di essi per l’ online) e 64 di essi dicono di guadagnare ‘’meno’’ o ‘’molto meno’’, contro 15 che guadagnano di più e 9 che hanno le stesse entrate.

Altri dati possono essere raccolti sul blog di John Temple.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.