Bakchich: fallisce la via della carta

| 12 gennaio 2011 |

Bakchich

L’ arrivo nelle edicole per cercare di far fronte alle difficoltà economiche dell’ online non è servita alla testata satirica francese a sopravvivere – Solo 7.000 copie settimanali contro le 15.000 previste per l’ equilibrio  – Venerdì l’ ultimo numero dell’ edizione cartacea, mentre i due siti online continueranno a lavorare ‘’finché sarà possibile’’ – Ma la redazione non esclude acquirenti o nuovi progetti

————

Aveva imboccato la via della carta per cercare di far fronte alle difficoltà economiche dell’ online, ma Bakchich, ultima arrivata nel panorama delle testate satiriche francesi, non ce l’ ha fatta lo stesso. Venerdì 14 uscirà l’ ultimo numero dell’ edizione cartacea del settimanale, mentre i siti web resteranno attivi ‘’finché sarà possibile’’.

L’ azienda a questo punto sarà costretta a portare i libri contabili in tribunale e la via della liquidazione è segnata.

‘’Il numero nelle edicole venerdì sarà dunque l’ ultimo – annuncia la redazione -. Quanto ai due siti web,  bakchich.info e bakchich.tv, saranno tenuti in attività fino all’ ultimno respiro. E dopo, chissa? Un acquirente, qualche altro progetto…’’.

Bakchich.info era stato lanciato nel maggio 2006 – racconta Libération – da tre giovani amici, fra cui Xavier Monnier, 29 anni, l’ attuale direttore. Nicolas Beau, 58 anni, un ‘’vecchio’’ del Canard Enchaîné, l’ aveva raggiunto alla direzione della redazione nell’ autunno del 2007. Il settimanale cartaceo era nelle edicole dal 23 settembre 2009.

Più volte il gruppo aveva sfiorato la liquidazione. Questa estate l’ arrivo di un nuovo finanziamento per 550.000 euro aveva concesso un po’ di respiro. Ma, nonostante le speranze, l’ edizione cartacea vendeva nelle edicole 7.000 copie (3.000 abbonati), piuttosto lontane dalle 15.000 copie necessarie per raggiungere il punto di equilibrio.

I commenti sono chiusi.