56.000 dollari il salario mediano dei giornalisti economici Usa

| 20 agosto 2011 |

Salari

Una ricerca del Donald W. Reynolds National Center for Business Journalism –  Si tratta di un salario inferiore a quello mediano dell’ online (57.300 dollari) e, soprattutto, a quello delle agenzie di stampa (78.348 dollari)

——

Il salario mediano dei giornalisti economici americani (quello al centro della scala fra il salario più alto e quello più basso, diverso quindi dal salario medio della categoria, ndr) è stato nel biennio 2010-2011 di 56.220 dollari, pari a 39.043 euro.

Lo ha rilevato una Ricerca condotta dal Donald W. Reynolds National Center for Business Journalism.

Si tratta di un salario superiore a quello analogo nel settore specifico della carta stampata (circa 50.000 dollari), nel campo dei freelance (54.000) e dell’ emittenza radiotelevisiva, mentre è inferiore a quello nel campo dell’ online (57.300 dollari) e delle agenzie di stampa (78.348).

Per il 36% dei giornalisti interpellati il salario è cresciuto del 36% nel 2011, mengtre è rimasto stabile per il 44% ed è diminuito per il 17% .

Fra gli altri dati da segnalare:

– il 14% dei giornalisti interpellati nel corso dello Studio ha detto che la propria testata continua ad assumere giornalisti a tempo pieno, mentre 1 su 5 (il 20%) ha spiegato che la propria redazione ha invece subito dei tagli negli ultimi sei mesi.

I dati – spiega Businessjournalism.org – sono stati ricavati attraverso 773 telefonate a giornalisti economico-finanzari scelti a caso, di cui il 60% era stato intervistato nel 2010, mentre gli altri erano stati interpellati quiest’ anno.

Lo studio era stato commissionato dal Reynolds Center e condotto dal Behavior Research Center Inc., un’ azienda di ricerche di mercato di Phoenix.

Il salario ‘mediano’ 2010-11 risulta inferiore a quello calcolato fra i 65.000 e i 70.000 dollari emerso in un analogo studio condotto dalla Society of Business Editors and Writers l’ anno scorso.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.