Pubblicità: Usa, torna la ripresa ma non nella carta stampata

| 28 maggio 2010 |

AdvertisingGli investimenti pubblicitari negli Stati Uniti sono cresciuti del 5,1% nel primo trimestre di quest’ anno rispetto allo stesso periodo dell’ anno scorso, ma la crescita non ha toccato la carta stampata, che continua a mostrare prevalentemente segni di declino.

Secondo l’ analisi, realizzata per Kantar Media, il fatturato pubblicitario è cresciuto in 13 dei 19 settori editoriali analizzati, raggiungendo il tetto del 22% di incremento nel campo degli spot televisivi.

Complessivamente i ricavi del settore nel primo trimestre 2010 ammontano a 1,5 miliardi di dollari.

Nel settore della carta stampata, i ricavi dei giornali locali sono calati del 5,6% (per i giornali nazionali il dato parla di un +9,1% ma solo perché, secondo  Followthemedia, il Wall Street Journal ha messo insieme anche i dati dell’ online). Le riviste registrano ancora un declino, con la strana eccezione dei giornali della domenica in cui le inserzioni sono aumentate del 13,7%.

La pubblicità su internet è cresciuta del 5%.

Sul piano degli inserzionisti, i dati dimostrano, in particolare, una forte ripresa dell’ industria automobilistica, con la General Motors, che ha investito nel trimestre 118,2 milioni di dollari (il 28,5% in più rispetto allo stesso periodo dell’ anno scorso). Al secondo posto la Procter & Gamble, che ha investito 116,1 milioni di dollari(+17.7%).

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.