Usa: online a pagamento anche nei giornali di MediaNews

| 10 febbraio 2010 |

Press+ Il gruppo editoriale Usa utilizzerà un sistema misto, come quello del New York Times – Da maggio si appoggerà a Press+, la piattaforma messa a punto da Journalism Online, in attesa di realizzare una sua applicazione – Dopo 25 articoli gratuiti sui siti web scatterà l’ obbligo di abbonamento, ma il suo ammontare non è stato ancora deciso

———————

MediaNews, il gruppo editoriale titolare di una cinquantina di priodici locali negli Stati Uniti, adotterà un sistema di accesso a pagamento al web misto, simile a quello prospettato dal New York Times.

Come rileva 233grados.com, il nuovo modello verrà sperimentato inizialmente con i quotidiani Enterprise-Record, di Chico, California, e Daily Record, di York, Penssylvania, a partire dal mese di maggio. L’ opzione studiata dall’ azienda prevede l’ offerta gratuita mensile di 25 articoli specializzati o premium sui suoi media digitali, mentre a partirfe dal 26/° scatterebbe un abbonamento il cui ammontare non è stato però precisato.

MediaNews ha deciso di instaurare l’ accesso a pagamento sui suoi siti web per incrementare i ricavi, fortemente intaccati dalla caduta della pubblicità tanto che il mese scorso il gruppo ha dovuto avviare le procedure fallimentari per rinegoziare i suoi debiti.

Il presidente di MediaNews, Joseph Lodovic, ha dichiarato che l’ azienda utilizzerà i servizi della piattaforma Press+, messa a punto da Journalism Online, che già funziona per 1.300 editori, per gestire i pagamenti online in attesa di realizzare una propria applicazione specifica.

(Vía EditorsWeblog/Bloomberg)

I commenti sono chiusi.