Link e segnalazioni (8-14/02)

| 14 febbraio 2010 |

Tutto quello che i giornalisti devono sapere su Google Buzz

Un collaboratore di Poynter.org spiega in un ampio articolo (eng) le possibili applicazioni della nuova ”creatura” di G, una sorta di concentrato di Facebook-Twitter-Friendfeed
http://www.poynter.org/column.asp?id=31&aid=177590

 Google Buzz: una serie di link

Li ha raccolti journalism.co.uk, che ha dedicato all’ argomento una intera pagina 
http://blogs.journalism.co.uk/editors/2010/02/11/buzz-links-for-journalists/

Google Buzz, l’ incubo della privacy

A suscitare polemiche sono, in particolare, l’automatismo che seleziona per ciascun utente «gli amici di Buzz» e il collegamento tra il servizio e il Profile pubblico dell’ utilizzatore di Gmail.
http://www.visionpost.it/dlife/google-buzz-lincubo-della-privacy.htm

 

Google diventa anche un provider di internet?

E’ uno dei possibili aspetti della decisione della grande ”G” di entrare nel campo dei sistemi di trasmissione di dati ad altissima velocità.
http://paidcontent.org/article/419-googles-newest-business-internet-service-provider/

 Totem: ”Perché il Nobel a internet non ha senso”

Dimostrare che la rete porta la pace è uno sforzo nobile ma anche un po’ regressivo. Che dimentica di prendere in considerazione anche gli aspetti meno positivi. E ciò, paradossalmente, non è un bene per internet.
http://www.visionpost.it/epolis/perche-il-nobel-a-internet-non-ha-senso.htm

 
11 strategie per la pubblicità locale

Su Poynter i suggerimenti per gli editori su come muoversi nel campo della pubblicità locale, venuti fuori nel corso dellaa ”Borrell conference on local online advertising”
http://www.poynter.org/column.asp?id=131&aid=177602

 

La bufala delle foto “inedite” dell’11 settembre

Sono state propagandate da molti giornali come “inedite” e “recuperate” dal network Abc dagli archivi delle sedi investigative. Tutte le foto invece erano reperibili fin dal 2002 in rete
http://www.agoravox.it/La-bufala-delle-foto-inedite-dell
 

L’ aumento del costo della connettività potrebbe confondere le strategie per i pay wall

Un articolo su Poynter.org analizza i riflessi dei costi della banda sull’ architettura dei contenuti online
http://www.poynter.org/column.asp?id=31&c=177746

Il New York Times torna al nero

Il gruppo editoriale ha registrato nel quarto trimestre 2009 un attivo di 89 milioni di dollari, grazie soprattutto a una forte riduzione dei costi
http://www.latribune.fr/entreprises/communication/publicite-medias/20100210trib000474114/le-new-york-times-repasse-dans-le-vert.html

…e cerca un equilibrio in vista del 2011

Gli introiti web del New York Times Group, nell’ultimo trimestre del 2009, sono cresciuti del 10,3% su base annua, raggiungendo i 102 milioni di dollari. L’editore, però, sostiene che un vero equilibrio tra attività cartacee e online (a pagamento e non) non si troverà prima del 2001, quando The New York Times introdurrà il famigerato paywall, riuscendo così – almeno nelle intenzioni – a eludere la crisi pubblicitaria.
http://quomedia.diesis.it/news/20969/new-york-times-cerca-equilibrio-in-vista-del-2011
La diffusione dell’ online in Italia nel 2009

“Il 64,6% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni, 30,863 milioni di italiani, dichiara di avere un accesso a internet da qualsiasi luogo (casa, ufficio, studio, altri luoghi) e attraverso qualsiasi strumento, con un incremento del 10,4% rispetto al 2008 pari a 2,9 milioni di individui in più. I dati foniti da Prima Online
http://www.primaonline.it/2010/02/10/78299/internet-trend-anno-2009/
New media/ “La comunicazione aziendale sarà sempre più multicanale, interattiva e coinvolgente

Il futuro della comunicazione aziendale è tutto nel segno della multicanalità e della interattività. Lo rileva una ricerca promossa da Adobe Systems Italia e realizzata dal Centro ASK dell’Università Bocconi, con il coordinamento delle professoresse Maria Rita Micheli e Paola Dubini
http://www.affaritaliani.it/economia/comunicazione_aziendale_paola_dubini120210.html

L’ agenzia spagnola Efe ha perso 1,6 milioni di euro nel 2009

Lo ha comunicato il presidente dell’ agenzia, Alex Grijelmo nel corso della riunione annuale dei dirigenti.
http://www.elmundo.es/elmundo/2010/02/10/comunicacion/1265804403.html

Come il web cambia la politica

 Rajan Malhotra, assistant producer on the Virtual Revolution, racconta come la Rete stia modificando agire e meccanismi della politica 
http://news.bbc.co.uk/2/hi/technology/8500555.stm


Piccoli annunci: un calo del 70% in 10 anni sui giornali Usa

Su Poynter Rick Edmonds analizza il declino di una delle importanti fonti di ricavi dei giornali, che negli Usa in un decennio si sono ridotti da 19,6 mialiardi di dollari del 2000 a soli 6 miliardi nel 2010.
http://www.poynter.org/column.asp?id=123&aid=177005


Minori e Media: la Toscana approva la legge

La nuova norma istituisce fra l’ altro il Garante regionale per infanzia e adolescenza
http://www.key4biz.it/News/2010/02/12/Policy/centro_studi_minori_e_media_infanzia_adolescenza

I commenti sono chiusi.