L’ iPad danneggia il sistema degli abbonamenti dei quotidiani cartacei

| 11 dicembre 2010 |

ipad-giornali

Secondo una ricerca del Reynolds Journalism Institute il 58,1% dei possessori di Pad  sono decisi a disdire l’ abbonamento al giornale di carta entro sei mesi

————-

Brutte notizie per l’ industria dei quotidiani dal fronte iPad.

Una ricerca del Reynolds Journalism Institute (RJI) mostra che i possessori di iPad tendono a leggere le notizie sul loro apparecchio piuttosto che sui quotidiani di carta.

La ricerca – riporta Tuaw (The unofficial Apple weblog)  – è stata compiuta su un campione di 1.600 possessori di iPad, a cui sono state poste domande sulle loro abitudini, in particolare per quanto riguarda la lettura e il consumo di informazioni.

Come era da aspettarsi, l’ 84,4% usano l’ iPad prima di tutto per seguire l’ attualità e le ultime notizie. Gli abbonamenti ai quotidiani, che una volta erano il punto di forza dell’ industria dei giornali, sono stati cannibalizzati dall’ iPad. Poco meno del 30% dei possessori di iPad non si abbonano a un giornale, preferendo informarsi sul loro tablet. Delle 931 persone del campione che hanno un abbonamento a un quotidiano e trascorrono al giorno leggendo informazione sul loro iPad, più della metà – il 58,1% – intende disdire l’ abbonamento entro sei mesi. E un 10,7% lo hanno già fatto passando interamente alla lettura del solo iPad.

Non è la prima volta che vengono fuori risultati del genere – avverte Tuaw -. James Murdoch, capo della sezione Asia/Europa della News Corp’s, ha confermato che le applicazioni iPhone e iPad sono ‘’molto pericolose’’ per gli abbonamenti ai giornali. Un effetto deleterio che si verifica anche per grosse testate come il Wall Street Journal e il Times di Londra.

Se è in gioco la tenuta della carta, questa tendenza crea però un nuovo metodo di diffusione per quei giornali che vogliono provare a uscire dal loro terreno tradizionale. Alcuni grossi quotidiani, come il New York Times e il londinese City A.M., stanno facendo questa transizione e hanno realizzato delle applicazioni per l’ iPad. Quelle che non hanno ancora abbracciato l’ iPad possono essere incoraggiate ad adottare questo mezzo quando Apple introdurrà sul mercato l’ iOS 4.3 un supporto per gli abbonamenti atteso per la fine di quest’ anno.

[Via Macworld]

I commenti sono chiusi.