Free press: chiuse 33 testate nel 2009

| 5 gennaio 2010 |

La diffusione totale dei giornali gratuiti è scesa del 12%, calando dai 43 milioni di copie della fine del 2008 ai 37 milioni di copie di quest’ anno – I dati di Newspaperinnovation

———-

Trentatrè giornali gratuiti sono stati chiusi nel corso del 2009, 22 dei quali stampati in Europa. Lo annuncia l’ ultima Newsletter (5 gennaio) di Piet Bakker, lo studioso olandese considerato il maggiore esperto di free press, precisando che l’ ultimo quotidiano a chiudere è stato Il Manchester Evening News.

Nel 2008, precisa Bakker, erano state chiuse altre 33 testate gratuite, ma il risultato del 2009 potrebbe peggiorare perché qualche altra testata potrebbe non tornare in edicola in questio primni giorni del nuovo anno.

Le testate più importanti chiuse in Europa, riporta Bakker, sono:

– Metro (Spagna)
– Compact Bucharest
– Gaste Istanbul
– CASH, Le Matin Bleu, News and .ch (Svizzera)
– 24 Minuti (Italia)
– 15min (Lituania, 3 giorni alla settimana)
– thelondonpaper, London Lite, Record PM & MEN (UK)
– Puls Kieva (Ukraina)
– Novinite dnes (Bulgaria, diventato a pagamento)
– Meia Hora (Portugal)
– Handelsblatt am Abend, Süddeutsche Zeitung Primetime (Germany)

La diffusione totale della free press è diminuita del 12%, scendendo dai 43 milioni di copie della fine del 2008 ai 37 milioni di copie di quest’ anno.

In Europa il calo è stato del 18%, mentre in Asia e in America la diminuzione è stata solo del 3%.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.