Dopo il paywall solo 35 nuovi abbonati a Newsday.com

| 27 gennaio 2010 |

newsday

Il quotidiano di Long Island aveva introdotto il  nuovo sistema nell’ ottobre scorso – Un risultato che suona allarmante per gli editori che pensano di introdurre i pagamenti per i contenuti online – Aggiornamento: Newsday, ”siamo un sito già molto popolare e non ci aspettavamo grandi risultati”

———-

Un avvertimento agli editori che stanno meditando di passare ai contenuti a pagamento: Newsday.com ha raccolto esattamente 35 nuovi abbonati da quando, nell’ ottobre scorso, ha innalzato un paywall.

Come osserva The New York Observer è più o meno il numero medio di alunni di una classe delle scuole elementari, riferisce ecoconsultancy.com.

Il quotidiano di Long Island è stato uno delle prime testate non economiche a inserire I pagamenti per l’ informazione online nel 2009 ma i primi dati ‘’non sono tanto comici quanto fonte di depressione: in tre mesi solo 35 persone hanno deciso di versare 260 dollari per un anno di accesso pieno al sito Newsday.com.

Dopo aver investito quasi 4 milioni di dollari per ristrutturare il sito, commenta The Observer, il giornale avrebbe dovuto fissare l’ abbonamento ad almeno 9.000 dollari per pareggiare i conti.

Secondo MediaPost, il poco incoraggiuante risultato del quotidiano si inserisce in un generale quadro negativo del suo andamento: a dicembre Newsday.com infatti ha registrato 1,4 milioni di visitatori unici e 18,9 milioni di pagine viste (stime Nielsen). Mentre nello stesso periodo del 2008 i visitatori erano stati 2,7 milioni e le pagine viste 27,8 milioni.

Aggiornamento

Newsday.com ha replicato senza fare numeri ma spiegando che il sito è già estremamente popolare e arriva in centinaia di migliaia di famiglie di Long Island attraverso Cablevision, per cui non c’ è da meravigliarsi se il risultato della nuova campagna di sottoscrizioni è stato relativamente modesto.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.