Cinque falsi miti sul giornalismo digitale

| 28 novembre 2010 |

Digitali

Fra le tante affermazioni che si dicono continuamente sull’ informazione online il blog 10.000 words ha scelto 5 luoghi comuni più diffusi nelle discussioni sul futuro dei mezzi di comunicazione

——

Fra tutte le cose che si dicono continuamente sul giornalismo in internet, il blog 10.000 words ha scelto 5 luoghi comuni (cinque ”falsi miti”) che si ritrovano continuamente nelle discussioni sul giornalismo digitale e il futuro dei mezzi di comunicazione.

1. I giornalisti devono sapere tutto.
Non è vero che i giornalisti debbano essere una sorta di coltellino svizzero con tutti gli strumenti e le conoscenze del settore. Possedere molte abilità è importante, ma nella pratica non è possibile metterle in atto tutte.

2. Le reti sociali sono la risposta.
Nessuno sa che cosa salverà il giornalismo. I social network possono essere nel caso un aiuto.

3. I giornalisti devono saper usare i data-base.
Anche se sanno come funzionano, non saranno mai efficaci come quando vengono utilizzate dafgli esperti.

4. I commenti scocciano.
I commenti sono essenziali per la democrazia. In realtà sono vere entrambe le cose.

5. Non c’ è lavoro.
Il problema è che ai giornalisti viene chiesto ogni volta più esperienza e conoscenza nel campo digitale e nel frattempo ci sono altri candidati che si stanno formando per quel mondo. A questo bisogna aggiungere la crisi e le migliaia di posti di lavoro tagliati. E’ il momento di formarsi e adattarsi alle nuove esigenze.

* (Vía 233grados.com)

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.