L’ arte dell’ accesso agli atti pubblici

| 4 marzo 2010 |

Accesso Un manuale elaborato da due giornalisti e docenti Usa cerca di insegnare come applicare concretamente il Freedom of information act (FOIA), contro cui, nonostante la legge, molti cronisti e cittadini americani continuano a sbattore il muso

———-

Oltre ad avere il FOIA, gli americani hanno ora anche un manuale per imparare l’ arte di usarlo. Perché molto spesso, nonostante la legge, molti cittadini ci sbattono contro.

Due giornalisti e docenti universitari Usa  – David Cuillier, della University of Arizona, e Charles Davis, della University of Missouri – hanno appena pubblicato, con  CQPress, ‘’The Art of Access: Strategies for Acquiring Public Records’’, una guida in piena regola per imparare l’ Arte dell’ accesso.

‘’Riuscire ad ottenere i dati e gli atti che si cercano è un’ arte – spiega una nota dell’ editore -, una capacità che richiede un approccio organizzato ed una buona conoscenza del comportamento umano’’.

The Art of Access è un manuale per passare dalla legge all’ azione. Basandosi sulla loro esperienza e sulle interviste a più di 100 persone che hanno utilizzato il FOIA, gli autori (giornalisti ed esperti del settore) spiegano come impostare il processo di raccolta delle informazioni e superare gli ostacoli.

Il libro in particolare (secondo l’ editore) dovrebbe insegnare a:

  • superare gli ostacoli e i rifiuti illegali;
  • capire meglio i punti di vista dei funzionari governativi per poter interloquire con loro;
  • trovare maggiori e migliori materiali online e portarli alla luce per bene;
  • scrivere articoli ben documentati, che siano in sintonia con le esigenze dei lettori.

Su Poynter.org un’ ampia intervista ai due autori.

I commenti sono chiusi.