Una campagna contro l’ ‘’analfabetismo informativo’’ in Usa

| 12 luglio 2009 |

usa La ‘’news illiteracy’’ viene considerata la ‘’vera e subdola minaccia per il giornalismo e, alla fine, per la stessa democrazia, nell’ attuale clima di progressiva proliferazione di fonti di notizie e informazioni’’

———-

Una campagna per accrescere il livello di ‘’alfabetizzazione informativa’’ dei cittadini americani è stata lanciata da Lovejoy Journalism and News Literacy Blog , un sito che punta a contrastare la diffusione di una sorta di ‘’analfabetismo mediatico’’, che viene considerato la ‘’vera’’ e ‘’subdola’’ minaccia per il giornalismo e, alla fine, per la stessa democrazia, nell’ attuale clima di progressiva proliferazione di fonti di notizie e informazioni.   

Il sito – spiega Christie Silk su Editorsweblog – intende avviare una discussione e uno scambio fra giornalisti, blogger, tecnici del web e cittadini su come ‘’lavorare per promuovere il giornalismo e l’ mpegno civile ai massimi livelli’’.

Uno degli ideatori del progetto, David Shribman, executive editor della Pittsburgh Post-Gazette, ha dato il suo primo contributo al sito rilevando la ‘’pressante necessità per giornalisti ed educatori di lanciare una ‘controffensiva’ contro la pericolosa deriva dell’ ‘analfabetismo informativo’. Questo vuoto collettivo – ha spiegato – costituisce un terreno fertile per la proliferazione di ‘bugie e distorsioni’ nel mondo dell’ informazione’’.

La campagna è stata messa a punto dal Goldfarb Center for Public Affairs and Civic Engagement del Colby College, con i fondi forniti dalle Fondazioni John S. e James L. Knight Foundation.

 

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.