Le ”Twitter List” alla prova del fuoco con la strage di Fort Hood

| 8 novembre 2009 |

A pochi giorni dalla sua apertura al pubblico la nuova funzionalità di Twitter ha mostrato una grossa potenza di copertura – Il servizio consente di seguire gli aggiornamenti di tutti coloro che attraverso Twitter scrivono su un determinato argomento

————

Pochi giorni dopo che le Twitter List – un nuovo servizio che consente di seguire gli aggiornamenti di tutti coloro che attraverso Twitter scrivono su un determinato argomento – sono state aperte al puubblico, la strage di Fort Hood ha mostrato la potenza di questa nuova funzionalità per coprire un grosso evento in tempo reale.

Le varie redazioni – racconta Craig Kanalley su Poynter.org – hanno immediatamente creato le Twitter List relative all’ avvenimento, riuscendo a seguire così minuto per minuto l’ evolversi dei fatti. The Huffington Post, Los Angeles Times e il New York Times sono stati tra i primi, seguiti poco dopo da Dallas Morning News e Washington Post.

La nuova funzionalità di Twitter consente di seguire le ultime notizie attraverso soggetti che utilizzano Twitter, come strutture mlitari e semplici cittadini.

Uno dei primi a dare la notizia era stato l’ Austin American-Statesman , riprnedendo la notizia a sua volta da una tv locale e diffondendola inizialmente su Twitter come ”non confermata” (la conferma è arrivata poco dopo). ll giornale che si pubblica a 60 miglia da Fort Hood ha aperto immediatamente un account, @News8Austin, su cui è stata fatta la cronaca della vicenda in tempo reale attraverso varie fonti.

I commenti sono chiusi.