La stampa tedesca in difficoltà per il calo degli abbonamenti

| 21 ottobre 2009 |

faz Testate nazionali come l’ Handelsblatt e il Frankfurter Rundschau hanno perso il 6,5% dei loro abbonamenti negli ultimi dodici mesi, mentre anche giornali che mostrano nel terzo trimestre dei risultati positivi, come la Frankfurter Allgemeine Zeitung (+0,2% delle vendite) e il Financial Times Deutschland (+0,6%) hanno perso rispettivamente il 2% e il 2, 5% dei loro abbonamenti

———-

La crisi continua a indebolire quotidiani nazionali e regionali tedeschi, che perdono soprattutto abbonamenti, che è sempre stato uno dei loro tradizionali atout. Dopo un secondo trimestre in cui i risultati si erano stabilizzati, il terzo trimestre è stato particolarmente duro.

Lo indicano i dati dell’ IVW, l’ associazione professionale che misura la diffusione e le vendite, come riporta Patrick Rahir sulla FrancenPress.

Testate nazionali come l’ Handelsblatt e il Frankfurter Rundschau hanno perso il 6,5% dei loro abbonamenti negli ultimi dodici mesi. Il primo ha poi subito un calo del 6,6% sull’ insieme delle vendite in un anno, mentre il secondo ha limitato le sue perdite allo 0,7 %.
 
Anche testate che mostrano nel terzo trimestre dei risultati positivi, come la Frankfurter Allgemeine Zeitung(FAZ)  (+0,2% delle vendite su un anno) e il Financial Times Deutschland (+0,6%) hanno perso rispettivamente il 2%  e il 2, 5% dei loro abbonamenti.

I giornali regionali perdono sia in abbonamenti che in vendite presso le edicole. Il più grande gruppo regionale tedesco, il WAZ,  in Renania del Nord-Westfalia, ha visto le vendite calare del  3,3% su un anno e gli abbonamenti del 3,7%.

Ad Amburgo, l’ Hamburger Abendblatt ha perso il 5,5% dei suoi lettori. Il tabloid Bild Zeitung, che ha il grosso della tiratura a Berlino, ha incassato una perdita del 3,8% delle vendite. Particolarmente toccati le regioni dell’ est, dove le vendite sono in calo fra il 2,3 e il 4,5%.

Al contrario, vanno bene alcuni settimanali e i domenicali. Il settimanale liberale di sinistra Die Zeit cresce del 4,2%  registrando il suo migliore terzo trimestre a partire dal 1993. Anche i suoi abbonamenti sono in aumento del 5,5%. La Frankfurter Allgemeine Sonntag registra un aumernto del 3,3% complessivo e del 3,1% per gli abbonamenti.
 
Secondo Stefano Winterbauer, un esperto tedesco di media, l’ anno 2010 sarà decisivo per la stampa tedesca che potrà vedere se i tagli e e ristrutturazioni già presa dalla FAZ, dal Gruppo Dumont oppure in preparazione, come alla Suddeutsche Zeitung o in altre testate del gruppo basteranno a raddrizzare i conti o se diventeranno inevitabili licenziamenti e chiusure.

—–

Fonti:

http://meedia.de/nc/details-topstory/article/6-5-abo-minus-fr-fr–handelsblatt_100024025.html

http://meedia.de/nc/details-topstory/article/ivw–fast-alle-regionalzeitungen-verlieren_100024024.html


http://meedia.de/nc/details-topstory/article/2010—das-zeitungsjahr-der-entscheidung_100024000.html?tx_ttnews%5bbackPid%5d=1716&cHash=3754ad3071

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.