Già stanchi di twittare?

| 22 novembre 2009 |

Twitter Dopo un lungo periodo di crescita spettacolare, gli ultimi dati parlano di un calo, anche sensibile, del traffico Usa sul sito di Twitter, ma si potrebbe anche trattare di una migrazione verso altre piattaforme

———-

Prima una crescita spettacolare, poi un rallentamento e ora, alla fine del 2009, il declino. Il traffico di utenti Usa su Twitter, rileva eMarteket sulla base dei dati Nielsen, ha subito un vistoso calo del 27.8% fra settembre e ottobre, precipitando da 26,2 a 18,9 milioni di visitatori unici.

Nielsen – spiega eMarketer – è l’ ultima di una serie di centri di analisi a registrare il declino di Twitter. comScore (come si vede nella tabella qui sopra) aveva calcolato un calo dell’ 8,1%, mentre per Compete la differenza era solo del 2,1%.

Non è mai stato raro vedere delle ampie difformità nelle letture dei dati sul traffico di Twitter fra varie aziende, dovute alle differenze dei criteri di misurazione, ma una cosa è chiara: il traffico sul sito di Twitter.com sta calando mese dopo mese dopo un periodo di enormi balzi.

La diminuzione di visitatori potrebbe significare comunque o una caduta di interesse rispetto a Twitter oppure una semplice migrazione verso altre piattaforme e le cosiddette ’third-party applications’’.

I dati su agosto scorso di Crowd Science indicano che il 43% degli utenti accedono al servizio attraverso ‘’third-party applications’’ e il 19% via sms, mentre TweetStats riporta che a metà novembre solo circa il 30% dei tweets quotidiani vengono dal sito.

La crescita dell’ uso degli smartphone e la popolarità dei sistemi di accesso via sistemi mobile sono un altro punto a favore della migrazione. La Nielsen spiega che il terzo trimestre del 2009 è stato il primo in cui più della metà degli utenti erano entrati su Twitter via smartphone.

I commenti sono chiusi.