Anche i lettori ‘’incalliti” passano online più del 25% del loro tempo

| 27 giugno 2009 |

mediaaudit2

Una recente ricerca di The Media Audit ha fatto il punto sulla velocità del cambiamento dei comportamenti dei consumatori di media.

Secondo lo studio – racconta Paul Bradshow su Onlinejournalismblog – “Internet rappresenta ora il 32,5% del ‘consumo giornaliero di media’ da parte degli adulti Usa, cioè della loro ‘esposizione’ quotidiana globale a giornali, radio, tv e pubblicità esterna.

“Anche quelli che vengono considerati lettori di giornali più convinti spendono online più o meno lo stesso tempo dell’ adulto americano medio. Secondo la ricerca questi lettori – quelli cioè che dedicano più di un’ ora al giorno alla lettura – passano in genere online 3,7 ore al giorno. Nel 2006 Internet rappresentava per i lettori ‘pesanti’ solo il 18,4% del consumo giornaliero di media, mentre oggi rappresenta il 28,4%’’.  

(via MediaPost)

I commenti sono chiusi.