Editoria: Italia News punta a diventare il terzo polo nel web

| 15 novembre 2008 | Tag:,

out-310.jpg La syndication nata intorno al Gruppo Sole 24 Ore vuole porsi come alternativa alla leadership di Corriere e Repubblica.it e valorizzare l’ editoria locale sul web

———-

 “La nostra aspettativa è quella di porci come alternativa nel web alla leadership di Corriere e Repubblica.it”. E’ molto esplicito Luca Pagliacci, direttore della WebSystem, la concessionaria che cura la raccolta pubblicitaria di Italia News, la syndication giornalistica costituita alcuni mesi fa e che raggruppa i siti web di sette gruppi editoriali (Il Sole 24 Ore, Il Giorno, La Nazione, Il Resto del Carlino, Il Secolo XIX, L’Unione Sarda, Il Tempo).

La syndication ha recentemente annunciato di aver superato gli obiettivi stabiliti per il 2008 e Pagliacci parla delle prospettive in una intervista a B2B24.IT.

“Nell’ area news – spiega fra l’ altro -, prima dell’arrivo di Italia News (operativa da giugno 2008) non esisteva una vera alternativa a Corriere e Repubblica a livello di audience. Le possibilità a disposizione per gli editori, soprattutto quelli medio-piccoli, erano quelle di accontentarsi delle briciole del mercato oppure trovare una soluzione che rimettesse in gioco tutta la situazione. La soluzione è stata appunto Italia News: tutte le testate che hanno aderito alla syndication, tranne una, erano infatti già in concessione alla WebSystem, ma in maniera del tutto indipendente tra loro e non certo con la forza di un unico soggetto aggregante. Da qui è nata l’idea di dar vita alla syndication, preservando però l’autonomia editoriale di ciascuna testata. I risultati sono per ora confortanti: in questo primo semestre siamo stati abbondantemente sopra budget. Questa è la riprova della bontà del progetto: se in una fase di start up riusciamo già a raggiungere questi risultati, in futuro, quando saremo più radicati, le cose non potranno che andare meglio”.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.