Metro International in rosso nel 2007

| 10 febbraio 2008 | Tag:,

Il gruppo ha registrato una perdita netta di 27,6 milioni di dollari, dovuta alla “volatilità del mercato dei giornali” – Il nuovo Ceo, Per Mikael Jensen, annuncia forti investimenti sull’ online con tre nuovi siti in Francia (marzo prossimo), Spagna e Olanda – Il gruppo rivendica 23 milioni di lettori quotidiani, il 74% dei quali sotto i 49 anni

———-

Il gruppo editoriale di giornali gratuiti svedese Metro International ha chiuso in rosso i conti del 2007, con una perdita netta di 27,6 milioni di dollari Usa ( 19 milioni di euro) a causa della “volatilità” del mercato della stampa.

Nel 2006, Metro aveva registrato invece un attivo netto di 12,9 milioni di dollari.

Lo afferma il sito francese Actu.Voila.fr citando l’ AFP.

Il gruppo ha realizzato nel 2007 una cifre d’ affari di 452,9 millions di dollari (312,6 milioni di euro), con un aumento dell’ 8,7%. Ma nell’ ultimo trimestre – tradizionalmente solido – il gruppo ha visto il suo attivo diminuire nonostante le vendite fosse in aumento del 12,1%.
In particolare il gruppo ha dovuto versare un anticipo di 10,2 milioni di dollari – ha spiegato il nuovo CEO di Metro, Per Mikael Jensen – sul versamento di una imposta svedese sulla pubblicità.

Il numero medio di copie di Metro stampate ogni giorno sono aumentate del 3% nel quarto trimestre rispetto allo stesso periodo dell’ anno scorso, grazie soprattutto all’ aumento del numero di edizioni, fra cui quelle di Olanda, Spagna, Cile o Portogallo. 

La tiratura totale quotidiana media nel quarto trimestre è stata di 8,8 milioni di copie, dato che fa di Metro il secondo maggior quotidiano sul piano internazionale, afferma il Gruppo.

Alla fine di dicembre Metro veniva distribuito in 23 paesi.

Le vendite sono calate dell’ 1,7% in Svezia, ma crescono del 6,4% in Nord Europa e del 17,2% nel Sud Europa. In crescita anche negli Usa (7,9%) e del 12,4% nel resto del mondo.

La perdita del 2007 – ha sottolineato Jensen – “è stata una sorpresa e comunque il Gruppo si sforzerà di invertire la tendenza sui mercati che hanno dato risultati negativi conc entrando gl investimenti sui settori a forti potenzialità di crescita, come i giornali online”.

In particolare il gruppo ha confermato il suo impegno per sviluppare la sua attività online con dei siti internet in Francia,Spagna e Olanda. IL primo sarà lanciato nel marzo prossimo.

Metro International rivendica più di 23,1 milioni di lettori quotidiani, di cui il 74% sotto i 49 anni. Conta più di 70 edizioni pubblicate in 23 paesi e 19 lingue.

I commenti sono chiusi.