Giornali Usa: +12% nell’ online, ma non basta per compensare le perdite

| 1 agosto 2008 | Tag:, , , ,

out-143.jpg I lettori dei siti web dei quotidiani sono ormai il 40% di tutti gli utenti di internet, ma i giornali non riescono a monetizzare questo traffico per pareggiare almeno il calo nel cartaceo

———-

I siti web dei giornali Usa continuano a crescere: nel secondo quadrimestre del 2008 i visitatori unici sono aumentati del 12% rispetto allo stesso periodo dell’ anno scorso -, arrivando a 66,4 milioni di persone, secondo i dati della Newspaper Association of America. E’ più del 40% di tutti gli utenti di internet negli Usa.

Ma c’ è un problema. I giornali – rileva mediapost.com – non riescono a monetizzare il loro traffico online a un livello tale da poter almeno pareggiare le perdite nelle edizioni a stampa.

Oltre all’ aumento dei visitatori unici, i siti web dei giornali hanno registrato anche 3 miliardi di pagine viste al mese, e cioè quasi il 10% di più rispetto ai 2,7 miliardi dello stesso periodo del 2007.

Mentre complessivamente il numero dei lettori unici è inferiore, il tasso di crescita del 12% si situa a metà strada fra quelli di Yahoo! e di Google. Sullo stesso periodo, infatti, Yahoo! ha visto i visitatori unici crescere del 7.4% (141,2 milioni), mentre Google ha registrato un 17%.

Ma l’ aumento dei visitatori unici non si trasforma in una sostanziale crescita dei ricavi. In parte perché i giornali hanno sbagliato a puntare agli annunci economici come al cuore dei profitti dell’ online e in parte perché hanno monetizzato la pubblicità online a una frazione dei costi di quella a stampa.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.