Free press: in Europa per la prima volta calano i lettori

| 8 ottobre 2008 | Tag:, , ,

out-47.jpg Da 27.300.000 alla fine del 2007 ora sono scesi a 27 milioni: un calo “non significativo”, ma è il segnale di una nuova tendenza? (la foto è da Newspaper Innovation)

———-

Per la prima volta il numero dei lettori dei quotidiani gratuiti in Europa è in calo. Erano 27.300.000 alla fine del 2007, mentre ora sono scesi a 27.000.000.

Il declino non è significativo, ma – si chiede Katherine Thompson su Editor’s weblog citando Newspaper Innovation – è il segnale di una nuova tendenza?

La diffusione a livello globale ha ancora il segno positivo, ma, come notavamo qualche giorno fa (vedi Lsdi, Free press: una bolla che sta per scoppiare?), il 2008 sta registrando un costante rallentamento nella crescita. Nei primi otto mesi dell’ anno la diffusione è cresciuta solo del 5%, che potrebbe essere un dato sostanzioso per qualsiasi mercato editoriale, ma che per la free press è il risultato peggiore della sua storia.
out-67.jpg

 

Tra l’ altro, 23 giornali hanno chiuso i battenti nel 2007 e 12 finora, nel 2008, notava qualche giorno fa Philip M. Stone su Followthemedia, aggiungendo che Piet Bakker (considerato il principale analista della free press a livello mondiale)rilevava come i giornali gratuiti siano “estremamente vulnerabili di fronte ala recessione”. In particolare – ha spiegato lo studioso olandese intervenendo a una Conferenza internazionale sul tema che si è svolta a Madrid la settimana scorsa – a soffrire di più saranno quelli che non appartengono a gruppi editoriali e si basano unicamente sulla pubblicità.

I commenti sono chiusi.