Come diventare famoso in 3 ore (con un blog)

| 7 maggio 2008 | Tag:

Falossi Il caso del blogger che ha scatenato il passaparola sulle dichiarazioni dei redditi passando da 100 a 100.000 contatti in 48 ore – Il resoconto dell’ autore, un giovane consulente informatico, che la mattina del 30 aprile, dopo aver annusato la notizia, ha deciso di lanciare una “rapida campagna di buzz marketing”, riuscendo ad attirare sulla vicenda l’ attenzione di tutto il paese (anche di quello politico-istituzionale) e scavalcando ampiamente il sistema dei media ufficiali

———-

Alberto Falossi è il blogger che il 30 aprile ha dato il via al clamoroso passa-parola che ha scatenato una vera e propria tempesta sulla pubblicazione delle dichiarazioni dei redditi da parte dell’ Agenzia delle entrate.

Il suo blog ha avuto un exploit gigantesco, passando da 100 a 60.000 visitatori in 24 ore (come segnala Luca Conti sul suo Pandemia). E, con la sua intuizione e la sua strategia “virale” (gli addetti ai lavori lo chiamano “buzz marketing”) ha trascinato anche tutto il sistema dell’ informazione ufficiale, che inizialmente non si era assolutamente accorto di quello che stava accadendo dopo il via libera dell’ amministrazione fiscale alla pubblicazione dei dati sui contribuenti italiani.

Falossi, secondo Conti,

è l’esempio del potere dei blog in termini di potenzialità di comunicazione e di attrazione del grande pubblico attraverso i motori di ricerca, con il caso dei redditi degli Italia pubblicati online.

Alberto racconta sul suo blog dell’esperienza che ha vissuto nei giorni scorsi e di come il suo blog ha raggiunto 60.000 visitatori unici e 100.000 pagine viste in un giorno, grazie al tempismo con il quale Alberto ha segnalato la notizia della pubblicazione online dei redditi del 2005 prima ancora dei giornali online.

Grazie ad un passaparola immediato, stimolato da Alberto subito dopo la pubblicazione, il suo articolo si è piazzato al primo posto sui risultati di Google con le giuste parole chiavi e il gioco è fatto: impennata di visite per 48 ore e con numeri da sballo. Tutto per un solo articolo!

Ma è veramente interessante leggere il resoconto, momento per momento, della vicenda stilato dallo stesso Falossi sul suo blog, Albertofalossi.com.

E’ interessante per capire i meccanismi che regolano il web(e in particolare il processo del cosiddetto ”buzz”) e per avere conferma dal vivo di come in alcuni casi ormai l’ informazione ufficiale sia costretta a inseguire.

Da 100 a 100.000 contatti in 2 giorniscrive Falossi, ungiovane consulente e formatore informatico, nella sua cronistoria, intitolata “Diventare famoso in 3 ore: come il passaparola ha attirato  tutta Italia sul mio blog”.

Con il post sulle dichiarazioni dei redditi online sono riuscito ad innescare un passaparola nazionale e attirare in 3 ore tutta Italia sul mio blog.

AlbertoFalossi.com ha scalato rapidamente Google ed è tutt’ora davanti a giganti come Corriere.it nelle ricerche "dichiarazione redditi italiani", "elenco redditi 2005", e simili. Non male per un sito sconosciuto al di fuori della sua nicchia e che di solito non va oltre i 100 contatti al giorno e i 5 commenti per post.

Il resoconto continua su http://www.albertofalossi.com/post/Famoso-Passparola-Buzz-Marketing-Traffico.aspx

I commenti sono chiusi.