Un film-inchiesta contro il ”sacco” di Favignana

| 11 novembre 2007 |


‘’Una elite politico-economica sta divorando l’ isola’’ – Il documentario verrà realizzato dai giovani dell’ ‘’Altraisola’’ con una produzione dal basso e con licenza Creative Commons – Dieci euro per prenotarne una copia

—————–

Un film inchiesta prodotto dal basso e con licenza CC per mettere in luce il disastro di cui è vittima l’ isola di Favignana. Si chiamerà ‘’Storia di un documentario su un’ isola’’ e verrà realizzato attraverso la voce di esperti e scienziati dell’ambiente, ma anche attraverso i semplici volti ed i racconti della gente di Favignana.

L’ iniziativa è dei ragazzi di ‘’ALTRAISOLA’’, un gruppo di giovani che si oppone con forza allo sfruttamento e alla distruzione delle risorse ambientali di Favignana.

‘’Una elite politico-economica – denunciano i giovani a Lsdi – sta letteralmente divorando l’isola. Tutto ciò che c’è di più prezioso ed affascinante potrebbe sparire definitivamente (fogne che scaricano direttamente a mare, riserva marina abbandonata a se stessa, cave di tufo dal valore archelogico inestimabile ricoperte di cemento per la costruzione di multiproprietà, privatizzazioni folli di enormi pezzi di costa, speculazioni edilizie e tanto tanto altro ancora)’’.

Da qui l’’idea del documentario, per ‘’evitare di peggiorare ancora’’.

Il film – spiegano ancora i giovani dell’ Altraisolalo produrrà la gente col metodo della Produzione dal basso: nel senso che saranno le persone a finanziare il progetto, comprando il dvd del film a 10 euro sul sito http://www.produzionidalbasso.com/pdb_234.html (ancor prima di girarlo) e divenendo così co-produttori.

Si tratta del secondo film in italia ad uscire con licenza Creative Commons ( il quarto film al mondo con CC), la quale rende totalmente libera la diffusione e addirittura la rivendita del film! E’ un metodo rivoluzionario, che è già stato utilizzato per il film su Val di Noto dei Malastrada.

Dalla nostra parte abbiamo già tante associazioni, movimenti, organizzazioni che stanno dimostrando una grandissima sensibilità per il problema (legambiente, WWF, Libera, Ambiente tv, ecc.) e diversi personaggi che contribuiranno direttamente nel progetto: da Gaspare Pellegrino e Corrado Fortuna (per intenderci il protagonista di “My name is Tanino”), registi del nostro film-inchiesta, a Daniele Silvestri e Angelino Sicurella, una delle più grandi menti della musica palermitana e autore del brano per il nostro trailer su www.storiadiundocumentario.com.

Le riprese del film inchiesta inizieranno a dicembre. Il nostro obbiettivo è raggiungere le 2000 copie prenotate entro la fine di novembre. Questa settimana dovremmo riuscire a sfiorare le mille copie, ma senza dubbio dobbiamo accelerare. E’ da circa un mese che portiamo avanti questo progetto, attraverso serate pro-finanziamento e proiezioni in tutta Italia, attraverso interviste su radio nazionali e articoli su giornali locali (La sicilia, GdS, Isola Possibile, ecc) e nazionali. Stiamo pian piano riuscendo a creare una rete di contatti sempre più capillare, sempre più impegnata a dispetto degli ostacoli e tentativi di censure che stanno tentando di piazzare lungo il nostro cammino.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.