TV DIGITALE: SEMPRE PIU’ CONTENUTI ‘PREGIATI’, MA A PAGAMENTO

| 16 settembre 2007 |


L’ evoluzione dell’ industria televisiva secondo Tommaso Tessarolo – L’ IBC e la fine dell’ analogico – La tv di flusso solo per gli eventi ”in diretta”

——————-  

Dall’IBC 2007 – la Fiera internazionale dedicata all’ industria dei contenuti che si è svolta nei giorni scorsi ad Amsterdam – arriva un segnale forte e chiaro: quest’anno l’attenzione massima è sui sistemi di protezione dei contenuti.

E’ l’ analisi di Tommaso Tessarolo che, sul suo blog fa un ampio ‘’ragionamento sulla tv digitale’’.
 
‘’Stiamo parlando di contenuti digitali naturalmente, di analogico ormai c’è da mostrare ben poco. Nei prossimi anni quindi l’industria televisiva punterà ancor di più sui contenuti “pregiati” da proporre agli spettatori in varie formule ma sempre e comunque a pagamento’’, prosegue Tessarolo.

Il ragionamento si conclude con una netta previsione sul ‘’prossimo futuro dell’industria televisiva’’.

‘’Stiamo andando – dice – verso una TV all-digital dove l’uso di apparecchi per la fruizione non lineare (PVR/DVR, AppleTV, XBOX 360, PC, …) sarà sempre più diffuso. La televisione di flusso verrà sempre più preferita solo per gli eventi “da vedere” in diretta, mentre il resto sarà on-demand. E lo saranno soprattutto i contenuti pregiati (serie TV e Film) sui quali si sta concentrando l’offerta online e l’intera industria delle manifatturiere e dei produttori di software che ruota intorno al mondo della TV’’.

I commenti sono chiusi.