Il Mercato vuole ancora stampa, 1,6 miliardi di lettori ogni giorno

| 22 ottobre 2007 |


Segnali positivi dal fronte dei giornali – La Conferenza e l’ Expo ‘’The World Editor & Marketeer’’ che si sono chiuse venerdì scorso ad Amsterdam – ‘’ I giornali sono un settore economico ancora in sviluppo’’, secondo il direttore della WAN, l’ associazione mondiale degli editori di giornali

————-

Ancora segnali positivi dal fronte dei giornali. Anche la Conferenza e l’ Expo ‘’The World Editor & Marketeer’’ che si sono chiuse venerdì scorso ad Amsterdam  hanno mostrato una grande vitalità del settore, sia nella stampa che nell’ online.

Secondo la World Association of Newspapers (WAN), che ha organizzato gli incontri, la Conferenza ha illustrato un ’ ampia varietà di strategie innovative che le aziende editoriali stanno utilizzando per aumentare il numero di lettori e i ricavi. Sono stati analizzati casi di sviluppo nella integrazione delle redazioni, il lancio di nuovi giornali e siti online, le strategie di promozione della diffusione e diverse idee che possono aiutare i giornali a prosperare.

"I giornali sono un settore economico in sviluppo, come diffusione, percentuale di mercato e reddito pubblicitario e cresce il consumo di giornali online così come il numero delle testate’’, ha detto Eamonn Byrne, direttore Business della WAN, nel suo intervento di apertura alla Conferenza.

Nessuna sorpresa. Byrne ha spiegato che le notizie negative ma inaccurate sull’ industria dei giornali, combinate con delle previsioni esagerate per il futuro dei media digitali, hanno dato a molti la falsa impressione che il giornali fossero morti o stessero morendo. In realtà, i giornali si stanno innovando, sia nell’ edizione a stampa che in quella online.

"Le indicazioni sono che il mercato vuole la stampa, e molta, ogni giorno’’, ha aggiunto. ‘’La gente ogni mattina prende ancora la decisione di comprare un giornale. Ci sono 1,6 miliardi di persone che leggono un giornale ogni giorno – se questo non è un media di massa, non so come definirlo!’’.

"Noi vediamo ancora la stampa come una parte integrante del futuro, ma bisognerà andare presto su piattaforme digitali al meglio, realizzando contenuti rilevanti, aggregando una audience crescente e mostrandola ai nostri inserzionisti’’.

Tra i temi affrontati dalla Conferenza:
-  Casi di sviluppo di redazioni integrate: il MEN Media Group e il Telegraph Media Group in United Kingdom, RBS Media Group in Brasile e de Volkskrant in Olanda.
-  Ultime ricerche sul fenomeno dei quotidiani gratuiti e il loro impatto su quelli a pagamento nei vari mercati.
-  Lancio di nuovi titoli per giovani, prodotti non convenzionali in India e Olanda, sia a stampa che online.

- Materiali sui vari incontri sono disponibili   qui .

 

I commenti sono chiusi.