I mainstream media diventano ”giocatori di nicchia”?

| 15 marzo 2007 |

È stata appena diffuso lo State of the News Media 2007, quarta edizione del rapporto annuale sulla salute e lo stato del giornalismo statunitense curata dal Project for Excellence in Journalism di Washington DC. La ricerca, che stampata integralmente supererebbe le 700 pagine, ha indagato a fondo e in maniera specifica le aree più importanti del settore, dai quotidiani alle radio, dai network Tv a siti web e progetti di citizen media. Il tutto – spiega Bernardo Parrella sul bollettino LS-DI – con l’ obiettivo di identificare i trend in atto, segnalare mancanze e problemi all’orizzonte e, più in generale, fornire un’ utile risorsa a cittadini, ricercatori e giornalisti.
Il rapido mutamento dell’informazione sembra cedere il passo a una fase caratterizzata da ambizioni ridotte. Con il declino generalizzato dei media mainstream, questi hanno preso a ridefinire la penetrazione tra il pubblico e la forza di mercato. Un numero crescente di testate è alla ricerca del proprio “brand” o “franchise” intorno a cui creare audience. Diventando, in un certo senso, dei “giocatori di nicchia” e operando scelte assai più precise su quali tematiche coprire e per quale pubblico. (Segue qui).

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.