CRESCONO FEED-RSS E VIDEO NEI SITI DEI GIORNALI USA

| 21 agosto 2007 |


Una ricerca del Bivings Groups su quotidiani e internet– Cresce del 22% l’ uso dei feed RSS – Il 92% dei siti dei primi quotidiani Usa offrono anche video e 95% almeno un blog diretto da un giornalista

——————

Il Bivings Group, un’ azienda specializzata nel campo delle strategie per i media online, ha recentemente completato uno studio sui primi 100 siti web di quotidiani, dal titolo “American Newspapers and the Internet; Threat or Opportunity?”.

In una fase in cui l’ industria dei giornali continua il suo declino in termini di readership e diffusione, l’ uso di Internet per espandere il bacino di possibili lettori diventa sempre pi importante. Mentre molti esperti temono che Internet porti alla fine dei giornali cos come li conosciamo, il nostro team del TBG ritiene al contrario che Internet sia l’ unica opportunit per compensare la crisi.

La ricerca analizza questi concetti e le difficolt che si fronteggiano nel campo della pubblicit online, del restringimento dell’ organico e dei contatti con gli utenti.

Lo studio esamina i siti web dei primi 100 quotidiani Usa, secondo la classifica dell’ Audit Bureau of Circulation.

Qui di seguito i principali dati emersi:

  • L’ uso dei RSS cresciuto nel 2007 del 21% rispetto al 2006. Attualmente 96 dei 100 giornali esaminati fanno uso di questa tecnologia. All’ interno di questo gruppo, 93 giornali diffondono testi in modo parziale e tre in maniera completa. Nessun giornale ha ancora inserito pubblicit nei feed RSS.
  • Il 92% dei siti offre video, cosa che rappresenta un notevole salto rispetto al 61% del 2006. Nei vari siti si ritrova un miscuglio di servizi locali, Associated Press e contenuti originali. 39 siti offrono contenuti originali, 26 usano i video in streaming dell’ AP, 13 hanno video proveniente da servizi locali. Quattro usano tutte e tre le tecnologie e 10 testate usano un misto di due diversi tipi di video.
  • Nel 2007 potenziati anche il numero e la qualit dei blog dei giornalisti. Ora, il 95% dei giornali offre almeno un blog. Il 93% (88 giornali) di questi blog consente I commenti. Nel 2006 I giornali che offrivano blog erano solo l’ 80%, con 67 testate che consentivano commenti.
  • Un terzo dei giornali esaminati prevede commenti agli articoli, con un incremento del 14% rispetto ai dati del 2006, quando solo il 19% dei giornali lo consentivano.
  • Il numero dei giornali che chiede la registrazione al proprio sito cresciuto del 6% rispetto all’ anno scorso. Il 22% dei giornali analizzati prevede la registrazione prima di consentire l’ accesso pieno al proprio sito. Fra di essi tre giornali impongono un pagamento, mentre 26 testate prevedono una registrazione gratuita.

I commenti sono chiusi.