WEB: I CONTENUTI SARANNO SEMPRE PIU’ ‘AMATORIALI’

| 20 novembre 2006 |

E’ la previsione di Nikesh Arora, uno dei massimi dirigenti di Google, secondo cui il sorpasso si verificherà fra una ventina d’ anni –
————————–

Video, canzoni, blog e altri contenuti online prodotti dagli utenti supereranno la quantità di materiale prodotto professionalmente. La previsione è di Nikesh Arora, uno dei massimi dirigenti della sezione europea di Google, durante una sua visita a Montpellier (Francia).

Parlando con la Reuters , Arora ha detto di aspettarsi che il sorpasso succeda ”durante la vita di coloro che oggi sono di mezz’età’’. E il web, ha aggiunto, ‘’finirà per essere il terreno di coltura di altri contenuti prodotti professionalmente”, cioè uno stimolo per nhovi tipi di contenuti.

Questa previsione è arrivata dopo che Google ha recentemente chiuso l’acquisizione per 1,65 miliardi di dollari del sito per la condivisione di video online YouTube.

“18 mesi fa YouTube non esisteva, e ora milioni di persone guardano video” su quel sito, ha detto Arora, sottolineando che molti cantanti e attori amatoriali adesso hanno un pubblico più ampio di artisti affermati.
“Per la prima volta, Internet consente alla gente di dire: ho sentito cos’hai detto, ora lascia che ti dica quello che penso io”, ha spiegato.

Alla domanda se Google continuerà a cercare acquisizioni, Arora ha detto: “Non mi viene in mente niente, ma continueremo a stringere partnership e a studiare i fenomeni industriali”.

Durante la sua visita a Montpellier, Arora ha detto di ritenere che un terzo dei blogger europei si concentri in Francia.

Il blogger medio in Europa ha 10 anni meno dell’utente europeo medio della Rete, ha spiegato Arora, e il blogger medio trascorre 19 ore a settimana sul web, rispetto alle 14 dell’utente medio.

Arora ha precisato che già il 15% dell’informazione mondiale è disponibile online, ma che ci vorranno altri 300 anni perché il resto dell’informazione globale in tutte le sue forme sia in Rete.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.