Usa: networked journalism per la trasparenza politica

| 29 ottobre 2006 |

Sunlight Foundation Con l’approssimarsi delle elezioni di metà legislatura in Usa (7 novembre), ecco un’ottima iniziativa di networked journalism. La Sunlight Foundation—tra i sostenitori economici di NewAssignment.Net—ha appena lanciato una “indagine in tempo reale sui soldi che girano nel mondo politico di Washington”. Un progetto di ricerca distribuita che “consentirà ai cittadini-giornalisti di scoprire quanti membri della Camera includano e paghino consorte o familiari come collaboratori ufficiali”. Grazie a una serie di tool appositamente sviluppati, gli utenti possono investigare e tener traccia dei risultati in “appena tre minuti”. Si viene così a sapere, ad esempio, che nelle presidenziali 2004 il senatore Joseph Lieberman ha tenuto sul libro paga i figli, come anche l’ex leader di maggioranza Tom DeLay per moglie e figlia. Perché un simile progetto? Primo, spiega Bill Allison, volevamo sapere «quanti sono i parlamentari che stipendiano familiari con i fondi per le campagne politiche, quanto li pagano e per cosa». Secondo, l’idea è creare strumenti e modalità che consentano ai cyber-utenti di fare ricerche collaborative, condividendone rapidamente (e pubblicamente) i risultati, cosa che richiederebbe settimane intere a un comune reporter. Jay Rosen loda l’iniziativa sull’influente PressThink, pur sottolineandone alcune lacune. Finora volontari e cittadini hanno “investigato” 435 membri del Congresso. E proseguiranno nei prossimi giorni.

I commenti sono chiusi.