OhMyNews prepara lo sbarco anche in Italia?

| 12 settembre 2006 |

Oh Yeoon HoOhMyNews, il sito più noto e l’esperimento più riuscito (finora) del cosiddetto citizen journalism vuole diffondere in tutto il mondo il suo modello. Dopo essere sbarcato in Giappone, gli obbiettivi più immediati di Ohmynews sono – secondo elmundo.es – la Cina, l’Italia e l’America del sud. Il sito funziona grazie agli apporti dei cittadini, che si convertono in giornalisti e inviano alla redazione suggerimenti, articoli, storie, fotografie, che un gruppo di redattori verifica e, nel caso, sviluppa e pubblica. La testata paga ai collaboratori una piccola somma di danaro in forma simbolica. Secondo il fondatore Oh Yeeon Ho (nella foto) il sito—che pubblica in inglese, coreano e, da qualche giorno, in giapponese—deve il proprio successo al contributo di decine di migliaia di cittadini-collaboratori. «Possiamo offrire una informazione affidabile ai nostri lettori perché ci basiamo su una grande varietà diu punti di vista diversi», ha aggiunto. Nato nel 2000 in Corea del sud, Ohmynews conta ora 43.000 “cittadini-giornalisti” nel paese e sono già 1.700 gli analoghi collaboratori dal Giappone—con una redazione di nove professionisti, guidati da Hideki Hirano, noto giornalista locale.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.