INTERNET: PER LA NEUTRALITA’ DELLA RETE

| 4 agosto 2006 |

La liberalizzazione dei servizi dovrebbe valere anche per Internet, per assicurare il principio della ‘’neutralità della rete’’. Lo afferma Massimo Fubini in un intervento su la voce.info sostenendo che la questione ‘’ha a che fare anche a che fare con la liberta’ di espressione e la libera circolazione delle informazioni, sale della democrazia e della trasparenza negli affari’’. ——————–

La liberalizzazione dei servizi avviata dal governo Prodi attraverso il decreto Bersani non dovrebbe valere solo per i taxisti, i farmacisti, i notai, ma dovrebbe, a maggior ragione, valere per le Tlc e in particolare per lo sviluppo di Internet.

Lo afferma, in un articolo pubblicato su www.lavoce.info  Massimo Fubini.  
‘’Il decreto Bersani, che si e’ occupato di liberalizzare i servizi erogati da diverse categorie, ha provocato un’accesa discussione che riguarda interessi economici e possibili rendite di posizione a scapito del libero funzionamento del mercato’’, spiega Fubini, riferendosi in particolare alla questione della “neutralita’ di Internet”.

Secondo Fubini tale questione ‘’e’ tutto fuorché tecnica: riguarda proprio libero funzionamento del mercato, interessi economici e possibili rendite di posizione. Ma ha anche a che fare con la liberta’ di espressione e la libera circolazione delle informazioni, sale della democrazia e della trasparenza negli affari’’.

’’Negli Stati Uniti, nelle ultime settimane, il dibattito sulla neutralita’ della rete rispetto ai contenuti che vi transitano si e’ infuocato – aggiunge Fubini -: i principi del Primo emendamento e del libero mercato contro la lobby della banda larga, che difende gli interessi di bottega agendo secondo logica economica, e tiene il Congresso sotto scacco. La questione e’ in arrivo anche da noi’’.

L’ articolo è qui:http://www.lavoce.info/news/view.php?id=10&cms_pk=2300&from=index)

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.