CITIZEN JOURNALISM:
GARE E INCENTIVI PER INVOGLIARE A SCRIVERE

| 20 gennaio 2006 |

La novità sul fronte del giornalismo dal basso si chiama Everyday Hogwash (stupidaggini quotidiane) e raccoglie le più disparate lamentele dei cittadini – Per incoraggiare i contributi, una vera e propria competizione tra i partecipanti, con la possibilità di guadagnare denaro per un vincitore giornaliero, settimanale e un Grand Prize Winner scelto da una giuria di otto giudici, blogger, giornalisti, esperti di media.

————–

Nasce Everyday hogwash, un nuovo sito Internet che mescola gli ingredienti del blog e del citizen journalism. L’idea di partenza è semplice: il sito raccoglie le più disparate lamentele a proposito di seccature di diverso genere che i cittadini hanno dovuto sopportare da parte delle aziende alle quali si sono rivolti. Come, d’altronde, suggerisce il nome stesso: “stupidaggini quotidiane”.

«Costi nascosti. Scritte molto piccole. Aerei sovraffollati. Musica d’attesa ipnotica». Le brutte esperienze con le compagnie sono esperienze frequenti quindi, suggerisce Everyday Hogwash, «condividiamole e raccontiamoci in modo terapeutico i milioni di modi in cui le aziende ci hanno infastidito».

Per incoraggiare i contributi, il sito è costruito con una vera e propria competizione tra i partecipanti, con la possibilità di guadagnare denaro per un vincitore giornaliero, settimanale e un «Grand Prize Winner» scelto da una giuria di otto giudici, blogger, giornalisti, esperti di media. La competizione proseguirà, almeno per ora, fino al 31 marzo.

Qualche critica arriva da Poynteronline che ha segnalato la novità. L’iniziativa, sostiene, è un po’ scarsa per un sito Internet, sembra più una sezione di un portale più grande. Tuttavia, l’idea di usare la competizione per incoraggiare i cittadini a scrivere è buona. Iniziative come queste, conclude, darebbero un buon valore aggiunto alla gran parte dei media on line. (maria itri)

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.