Da SKY TV FOTO GRATIS PER TUTTI I GIORNALI

| 12 gennaio 2005 |

In allarme molti fotoreporter – La denuncia del Gsiv ai vertici della Fnsi Foto gratis per tutti i giornali. Le offre Sky Tv attraverso un apposito servizio curato da Media Network, uno dei colossi italiani specializzati in comunicazione d’impresa.
Le foto offerte – precisa una nota del GSIV – vanno dallo sport all’attualità  internazionale e sono tratte dai servizi messi in onda in esclusiva da Sky e dal suo telegiornale ”Tg 24”.
Le immagini – confermano a Media Network – sono ad utilizzo gratuito purchè i media che le pubblicano lascino ben visibile il logo Sky, oppure specifichino nella didascalia che la foto è tratta da Sky Tv.
Le fotografie vengono ricavate dalle immagini digitali dei filmati tv e sono diramate ai giornali, via internet, ad una risoluzione sufficiente per essere pubblicate in formato medio mantenendo una qualità discreta. La
scelta dei fotogrammi da trasmettere viene compiuta nella sede di Roma di Media Network da una struttura composta da personale non giornalistico.

L’iniziativa Sky è partita da circa quattro mesi e, da quanto affermano a Media Network, le immagini diramate gratis vengono già  abitualmente
pubblicate da numerosi quotidiani sia nazionali che locali.
Quanto sta accadendo ha messo in allarme, in primo luogo, soprattutto i colleghi fotoreporter che abitualmente coprono per giornali e agenzie i
settori informativi nei quali Sky è maggiormente presente: in particolare gli incontri sportivi di calcio, pallacanestro e pallavolo. Il rischio,
davanti al gratis, è per molti di loro quello di finire davvero totalmente tagliati fuori dal mercato.

I rappresentanti dei fotogiornalisti nella Commissione nazionale contratto Fnsi-Fieg , Maurizio Papucci e Amedeo Vergani , si sono impegnati ad investire del problema i dirigenti del Sindacato.

”Il materiale gratis offerto da Sky apre perplessità  e interrogativi non solo
sulle inquietanti ricadute che potrebbero azzerare la possibilità  di lavoro
e di sopravvivenza economica per molti colleghi fotoreporter – hanno commentato – ma anche sul genere di obbiettivi che la Tv di Murdoch intende
raggiungere con questa sua sorprendete iniziativa in un delicatissimo settore del giornalismo già  allo sbando e quasi totalmente fuori controllo
da parte degli stessi organismi che nel nostro Paese hanno il dovere di vigilare sulla correttezza dell’ informazione offerta ai cittadini”.

Leggi anche:

I commenti sono chiusi.